ß


            

Il ballo liscio è un ballo di coppia nato in Romagna e che col passare degli anni si è diffuso in tutta Italia.
Deve il suo nome alle movenze dei ballerini che usano scivolare, strusciare i piedi, quindi andare via liscio. Si balla principalmente nellebalere ma anche all'aperto con la buona stagione.

Il ballo liscio comprende:
Mazurca
Valzer
Polka

Ballo



Il «ballo liscio» nasce in Romagna tra la fine del XIX secolo e i primi decenni del XX secolo. È una fusione di danze mitteleuropee (valzer, polka, ecc.) importate nel Nord Italia alla metà dell'Ottocento, unite poi a ritmi e strumenti di derivazione jazzistica, con la presenza di un cantante solista.
Gli elementi principali che hanno contribuito al sorgere del nuovo ballo furono: l'esecuzione veloce delle mazurche e delle polche (dovuta al genio di Carlo Brighi); l'ingresso nell'orchestrina di nuovi strumenti: il clarinetto alla fine dell'Ottocento e la batteria negli anni Venti del Novecento.
Altro elemento distintivo del ballo liscio è la balera, grande salone adibito a pista da ballo con servizio bar. La prima balera fu aperta da Carlo Brighi nel 1910 a Bellaria (15 km da Rimini): il "Capannone Brighi" (poi "Salone Brighi").
Fin dagli esordi il ballo liscio fu cosa diversa dai balli popolari: i ballerini non erano separati ma formavano una coppia, non si ballava nelle aie, ma in luoghi pubblici e a pagamento. Anche l'abbigliamento era diverso: quando si andava a ballare il liscio ci si vestiva in lungo.
Oggi il Liscio continua ad essere un genere diffusissimo muovendo un enorme giro di affari: innumerevoli sono le orchestre, le balere, le scuole di ballo, la produzione di musica registrata e i circoli che prosperano intorno a questo genere.